martedì 16 giugno 2015

FAN CULO!

Il mio professore di storia contemporanea, il Professor Giorgio Rumi, definì l'Europa, nel corso di una lezione: popoli guerrieri. Una definizione che non dimentico e cui penso spesso, ma cui oggi aggiungerei: codardi. Popoli guerrieri, simili a feroci assassini. Codardi fino al midollo delle ossa. Popoli codardi e assassini, incapaci di assumere le proprie responsabilità, di guardare in faccia le scelte fatte nei secoli. Popoli con le mani grondanti di sangue. L'Inghilterra la definì: l'orologiaio d'Europa. Un pessimo orologiaio che ha sempre pensato solo a cambiare il suo grembiule, capace solo di rompere gli ingranaggi per il proprio tornaconto, anche quelli da lui realizzati. Popolo di codardi dall'altro lato di un mare gelido. Questo siamo, feroci assassini che per il proprio tornaconto sono stati in grado di distruggere interi popoli. Popoli ebraico-cristiani sempre in cammino, che seguono la strada indicata dal loro dio denaro, distruttori d’interi popoli. Questo siamo e null'altro. Bandiere insanguinate, politici corrotti, votanti incapaci di non farsi turlupinare. Religioni compromesse, con il potere e il denaro. Economie basata sul nulla della finanza e delle sue menzogne. Con loro si accompagna lo stato a loro immagine gli Stati Uniti, che è la sintesi di tutto il loro peggio.

Siamo invasi signori, non serve a niente boicottare, siamo attaccati da disperati inermi che abbiamo sfruttato per secoli. Non esiste una soluzione se non armarsi di buona volontà e spirito costruttivo. Deporre le armi e piegare le nostre economie a esigenze più ampie del nostro misero egoismo altrimenti perderemo tutto. Bisogna cambiare modo di pensare, di vedere. Bisogna scardinare un sistema che ha già perso e finirla una buona volta di pensare di essere i migliori, finirla una buona volta di pensare che il Paradiso ci sia regalato. Lo dobbiamo costruire noi, con le nostre mani, sacrificando il troppo che abbiamo. E fan culo tutte le demenzialità che in questi giorni sento e leggo. Fan culo!

Nessun commento: