domenica 16 dicembre 2012

Chi è questo cardinale guerrafondaio?

Questa è una foto che sta girando nel web e su Facebook, mi auguro che sia un falso, sotto è scritto questo testo:

Forse pochi sanno che la FABBRICA D'ARMI PIETRO BERETTA ( tra le più grandi industrie di armi al mondo) S.p.A. è controllata dal gruppo Beretta Holding SpA e il maggior azionista del gruppo Beretta Holding SpA dopo Ugo Gussalli Beretta, è lo IOR (L'Istituto per le Opere di Religione [comunemente conosciuto come Banca Vaticana]) è un istituto privato, creato nel 1942 da papa Pio XII e con sede nella Città del Vaticano.

Non sapevo questa cosa orribile. Spero che il Papa ci dia delle spiegazioni!

giovedì 6 dicembre 2012

Poche parole sul Programma di Alessandra Kustermann


Ieri sera, con il mio amico Carlo Angelo, siamo andati alla presentazione del Programma della Dottoressa Alessandra Kustermann. Già! Molti non lo sanno, ma il !5 dicembre 2012 si terranno le Primarie civiche del PD, per scegliere il candidato per elezioni del presidente della Regione Lombardia. Capite bene, che non è cosa da poco, ma i giornalisti non ne parlano molto e soprattutto si sono quasi dimenticati di questa Dottoressa, che secondo me può essere un’ottima Presidentessa. Intanto, finalmente una donna, e poi, cosa assolutamente non secondaria, un medico che conosce in modo molto approfondito il Sistema Sanitario Lombardo. Il nuovo Presidente è proprio da lì che dovrà incominciare a lavorare, i guai coperti dalle giacchette colorate del Signor Formigoni.
Ecco perché la Regione Lombardia ha bisogno di una persona che sappia dove mettere le mani, e nel Programma della Dottoressa Kustermann i punti sono chiari:
a.    

       - Diminuire il numero delle aziende (sia ASL sia aziende ospedaliere): una solo ASL per provincia (in totale sette) e sette grandi aziende ospedaliere, dove si concentrino tutti gli attuali ospedali, grande e piccoli. 
     - Niente sprechi e doppioni. Rilanciare i poliambulatori, trasformarli in “casa della salute ………

Poche parole ma chiare. Infatti, con poche parole si fanno i fatti, che possono essere raggiunti solo da chi ha l’esperienza e questa Signora, dal viso franco e aperto, ha la stoffa.
Il programma non si ferma qui, naturalmente, ma chi vuole può scaricarlo e leggerselo, proprio in venti minuti com’è sostenuto nelle prime pagine:  http://www.alessandrakustermann.it/programma/
Penso che i giornalisti, come d’altronde, ha sostenuto la Dottoressa Kustermann, rispondendo a una domanda di uno dei presenti, avrebbero fatto bene a essere più presenti. I giornalisti dovrebbero, infatti, essere più attenti, vigili e pronti a scrivere e informare i Cittadini, anche dei particolari, non indifferenti, della vita politica del Paese.
Il mio amico Carlo Angelo ed io siamo rimasti molto ben impressionati da questa calma Signora, siamo sicuri che saprà utilizzare la sua semplicità e la sua capacità di mediazione per trasformare la politica della nostra Regione, facendola diventare un esempio e il trampolino di lancio per la trasformazione di tutto il Paese.