domenica 15 aprile 2012

Per la mia generazione "sparata"

La sentenza pronunciata due giorni fa, sulla strage di Brescia è una sentenza contro tutti noi e in particolare contro la mia generazione, che in realtà è stata una generazione "sparata". Una generazione che ha visto morire tante persone, colpite dalla mano invisibile del loro stato. La mia generazione ha liberato questo paese da una cultura antica e polverosa. Oggi questo paese per marcio che sia è cambiato, ma vive la sua realtà su macerie invisibili, che pesano sul cuore di chi ha visto morire i suoi compagni di università, i suoi avversari politici, poliziotti e tante persone, troppe persone che stavano compiendo il loro dovere o stavano vivendo giustamente la loro vita. L’indignazione non basta a calmare la mia sensibilità e non mi basta nemmeno scriverlo, ma è giusto comunicarlo e condividerlo.

1 commento:

Jeanluc ha detto...

Caro amico, troppe cose non tornano e ti devo dare ragione per le tue considerazioni. ciao a rileggersi