lunedì 20 febbraio 2012

Realität. Nessun passato va dimenticato. (7° puntata)




Il pelo sullo stomaco mancava anche ai cinque di Realität, ma loro non lo sapevano. Non so dirvi se poi, con il tempo, crebbe, quel pelo!  A me piace pensare di no. Sicuramente quando lasciarono le agenzie dove lavoravano, per iniziare la loro avventura, avevano maturato una notevole esperienza. Certo non potevano mostrare le campagne creative che avevano studiato, non sarebbe stato corretto. Potevano, però, segnalare per chi avevano lavorato. Così fecero nelle due pagine conclusive della loro brochure.  Penso che Realität sia stata “un’agenzia veramente nuova” e che lo abbia dimostrato.  Portai con me, rientrando negli Stati Uniti, la loro brochure, ora mi dispiace ricordare che la lasciai in un cassetto per anni. Avrei potuto usarla. Infatti, a quei cinque mancava un aggancio internazionale. «Sono troppo “rossi”» pensai mentre la riponevo in quel cassetto, questo bloccò qualsiasi mia iniziativa.

Nessun commento: