sabato 20 novembre 2010

Forse devo piegare il Tricolore e aspettare!

C'è un articolo molto interessante su "La Stampa", che è diventato il mio quotidiano preferito, è scritto dal Signor Marcello Sorgi, il titolo è "Come si dissolve una crisi"


................. e ho scritto


La cella è ampia, si vede il cielo, spesso è grigio, il sabato e la domenica piove sempre. L'aria è colma di gas di scarico, quello della mia vecchia Vespa è quasi più pulito, perché puzza. Posso camminare, viaggiare. Posso leggere, scrivere, parlare, urlare, pregare, piangere e litigare. Posso vestirmi elegantemente o con un paio di pantalonacci, posso scegliere di detestare il doppio petto blu. Posso suonare, posso fermarmi a parlare con un fratello africano, stringergli la mano, farmi raccontare della sua terra, della sua famiglia e regalargli un euro. Posso andare in una chiesetta nascosta e sognare di poter riscoprire l'origine di una religione che si è persa nei valori terreni e nel potere. Posso prendere dei vecchi libri e cercare qualche cosa che mi dia una ragione in più per ribellarmi, per ritrovare la libertà, ma sono un prigioniero. 

Nessun commento: