giovedì 5 agosto 2010

Attonito di fronte al sottosegretario

Voi, amici miei, capite qualche cosa di tutto quello che succede e perché? Che cosa hanno veramente in mente Fini e Berlusconi? Al di là di questo, non trovate sproporzionato dedicare un pomeriggio a un voto di sfiducia nei confronti di un solo uomo? Anche se questo voto ha contenuti diversi? Con che faccia va in giro, oggi, quest’uomo che ha fatto perdere un pomeriggio a deputati che dovrebbero lavorare per un paese? Non era più serio ed elegante allontanarsi per poi, un domani, ritornare a faccia alta? A noi gente comune, domando ai miei rari, affezionati lettori, a noi che viviamo le nostre giornate tra successi, insuccessi, gioie e dolori che impressione fa tutto questo? Non pensate che questa realtà sia troppo lontana da un mondo in evoluzione e contemporaneamente in flessione drammatica?

Non capisco e ogni mio sforzo per comprendere è inutile. Mi sforzo di leggere i giornali e non trovo nulla, nulla.
Eppure mi rendo conto di non sapere abbastanza, però forse il mio problema è un altro, forse ho ideali diversi e troppo lontani da una realtà che non comprendo. Così, come il mio personaggio “Il Senatore”, sono tentato di coprirmi gli occhi con le bande rosse della tunica e dimenticare.   

Nessun commento: