giovedì 15 aprile 2010

Nevrosi ancestrali

Siamo tutti legati a un filo che si perde nel passato. Ognuno di noi è un piccolo nodo di un gomitolo e tutti ci portiamo dentro delle “nevrosi ancestrali”. Nella nostra origine si nasconda la realtà di quello che siamo e di quello che la nostra discendenza sarà. Solo un grande fiocco fatto dall’unione di tutti noi può vincere le nostre “nevrosi ancestrali” e cambiare il Futuro.

Il Grande Fiocco può essere fatto solo con l’Amore fraterno e l’abbandono dei nostri singoli egoismi, i quali coprono le nostre individuali “nevrosi ancestrali”.

Ogni volta che pensiamo che chi fa del male sia diverso da noi, sbagliamo, perché noi siamo lui e lui è noi. Tutto il male del mondo ha la sua origine nel primo attorcigliarsi del nodo. Così, se pensiamo al peggiore degli uomini, quello che ha fatto le cose più turpi, ebbene quello è un nodo identico a noi e noi siamo tutti responsabili per quello che quell’unico ha fatto. La responsabilità del male è comune, condannare e giudicare è inutile, sarebbe molto più efficace cercare insieme di battere le nostre “nevrosi ancestrali”, forse questa è l’unica via per dare un significato al continuo attorcigliarsi di nodi nevrotici.

Ho scritto questo per sentirmi più vicino a dei miei amici che stanno attraversando un momento molto difficile, il destino li sta mettendo alla prova. Per difendersi utilizzano l’arrocco, è quello che facciamo tutti perché i nostri simili, cioè noi, non sappiamo tendere la mano nel modo giusto e non sappiamo, dall’altro lato, accogliere la mano che ci viene tesa.

Nessun commento: