venerdì 12 febbraio 2010

“Ciao, sono io” di Renata Prevost

Ieri sera sono andato alla presentazione del libro di un’amica, Renata Prevost, del mio amico Carlo Angelo Tosi.
Una presentazione molto gradevole e simpatica. La persona che mi ha colpito di più, anche se ho scambiato con lei solo due parole, è stata la rappresentante della Casa Editrice ExCogita. Poche parole, a volte, valgono più di molte, basta uno sguardo o un movimento, poche note come nella musica.
Conoscevo già Renata Prevost, così di sfuggita, il mio amico né parla sempre con grande entusiasmo, ma lui ha vissuto in sua compagnia alcuni momenti intensi della sua vita.
Del libro che stringo nella mia mano, con la copertina rossa, non posso dire molto, l’ho appena preso!
In ogni caso scriverò qualche cosa quando l’avrò letto. Da quello che mi ha raccontato Carlo, sarà sicuramente interessante e lo sguardo di Renata Prevost è già stato una premessa.

Nessun commento: