martedì 26 gennaio 2010

La Nota Felice e sua sorella Felicita


La Nota Felice, così si chiamava, riusciva a dimagrire e a ingrassare in un attimo. Una battuta e diventava grassa e subito dopo magra. La Nota Felice era così felice di correre lungo il rigo musicale, soprattutto le piaceva trasformarsi in un serpentello azzurro. Alessandra avrebbe voluto prenderla, ma quella sfuggiva alla presa, infilandosi tra un rigo e l’altro. Poi, improvvisamente si fermava e la guardava, a quel punto la bambina toccava il tasto del suo pianoforte, prima il do, quello più basso, quello proprio infondo alla tastiera sulla sinistra e poi, dispettosa, il do più alto, proprio quello più infondo alla tastiera, sulla destra. La Nota Felice saltava di gioia e tornava a correre su e giù. Avete mai visto la Nota Felice? No! Peccato, dovreste cercarla anche voi, magari potreste incontrare sua sorella Felicita.

Nessun commento: