mercoledì 11 novembre 2009

La statua

«Già che ci siamo» disse il Senatore, rosso in volto, l'aria era irrespirabile «abbattiamo la statua della dea Giustizia e al posto dei tribunali costruiamo il più possibile, magari anche dei ponti, qui e là, come ci capita!» poi tornò al suo scranno asciugandosi il sudore con le bande rosse della tunica e si sedette.

Nessun commento: