martedì 3 novembre 2009

Guardie negre

Ancora una volta il Senatore balzò in piedi dopo aver sentito gli sproloqui e le cattiverie di un rappresentante degli insubri e disse emozionato «Vi siete accorti che nei grandi magazzini le guardie spesso sono dei ragazzi negri vestiti elegantemente? Questo mi rende molto contento perché penso: se loro hanno trovato un lavoro di così grande responsabilità, qualche cosa è cambiata! Il Paese ha raggiunto la sua maturità!
Mi sbaglio vero? Quando gli stessi ragazzi si vedono per le strade a vendere paccottiglia o sulle carrette del mare è un’altra cosa!» e tornò a sedersi sul suo scranno schiacciando sotto il sedere le strisce rosse della tunica.

Nessun commento: