martedì 21 luglio 2009

Ai miei amici che suonano

La materia del cuore è instabile come l’argilla e si modella con la musica, qualunque musica, purché venga dallo spirito. Lo spirito conosce la musica non ha bisogno di studiarla, apprenderla e provarla. La musica, qualunque essa sia fa parte dello spirito. Il musicista si, deve studiarla, apprenderla e provarla, ma quando lo spirito sente nervosismo nell’aria, qualunque tipo di tensione sia, che arrivi da vicino o da lontano, dal presente o dal passato, perde la musica.
Allora le mani del musicista si piegano sullo strumento, la voce manca, e le orecchie non sentono più nulla. Il musicista suona e sente solo il suo suono ma è solo uno stridulo assolo. La sostanza dello spirito si trova ascoltando gli altri, evitando di giudicarli e dando agli altri la vostra musica, senza con questo pensare che sia la migliore. Questo vale più di qualsiasi prova e più di qualsiasi maestro.
Ed infine, ricordate che l’inizio di un brano musicale è già la sua fine, in mezzo c’è la musica, cioè lo spirito.

Il video è stato realizzato dall'amico di Lodovico, Lino.

1 commento:

Jeanluc ha detto...

Pienamente d' accordo.
ciao a rileggersi