giovedì 9 aprile 2009

I met The SDBB at Fiori Oscuri in Milan

Se non avete mai sentito suonare gli SDBB, allora avete percepito solo il silenzio intorno a voi. Quando gli SDBB suonano, sulle pareti del locale dove si esibiscono, si vedono nuvole azzurre percorrere il cielo. Sono i suoni che crescono nel vostro cuore, sono i ricordi della musica che vi ha sempre accompagnato. Quando Anna Beretta canta, il silenzio si confonde con il suono, il suono con il suono e il suono con il silenzio. Quando Colin Jamieson tocca come una farfalla, le pelli della sua batteria, vi sembra che tamburi lontani suonino, allora non potete trattenervi dal muovervi e saltare di gioia. Il pavimento si apre sotto di voi quando la chitarra di Daniele Ravenna esprime un arpeggio e potete vedere un vascello con le vele spiegate, che scivola libero sul mare e si allontana verso sud, verso l’isola di Pitcairne. Le note del basso di Carlo Angelo Tosi, vibrano nella vostra testa e vi portano nel vento del nord, in un mondo di ghiaccio dove vedete un Cavaliere con un mantello nero svolazzante, scivolare sulla candida superficie su una slitta trainata da cani meravigliosi sparire all'orizzonte. La chitarra di Marco Venanzi, vola insieme con voi, e vi trovate nella meditazione del Samurai e vedete la sua katana volare e scendere appoggiando, delicatamente, la sua punta accuminata sul palmo della sua mano. E infine quando con un sorriso armonioso, le mani delicate di Giannella Forno toccano la tastiera, vi perdete nei vostri sogni più belli e dimenticate il rumore della vostra città. Jim Douval è il maestro e solo lui conosce l’infinita sapienza degli SDBB. The first time that I met the blues, I met The SDBB. Baby devo partire, i miei amici SDBB mi stanno aspettando, non posso più restare. Sarà difficile stare lontano da te, ma i miei amici mi stanno cercando.

3 commenti:

Jeanluc ha detto...

Ciao e Buona Pasqua! Bello quello che hai scritto sulla SDBB, spero un giorno di potervi ascoltare.
Ciao a rileggersi

Lodovico Valentini Perugia ha detto...

Anch'io spero, un giorno, di ascoltare voi! Magari potremmo fare una "reunion". Ciao

Jeanluc ha detto...

Wow, sarebbe fantastico! ciaooo