martedì 17 marzo 2009

Anche i cavalieri piangono

Il Cavaliere della Slitta era seduto su un cumulo di neve e piangeva, anche Angelo guaiva. Intorno c'era molto silenzio. La luna illuminava il paesaggio, il resto era amarezza. Niniane era triste, ma a chi interessa tutto questo?
Ogni uomo è solo, un lampo impercettibile nell'Universo. La slitta rincominciò a correre tra il bianco del ghiaccio e il nero della notte, una linea retta lanciata verso l'infinito.

2 commenti:

Jeanluc ha detto...

Verissimo, ogni uomo è solo, in particolare quando si affronta un dolore. Un grande saluto, ciaoo

Lodovico Valentini Perugia ha detto...

Grazie Jeanluc!