mercoledì 18 febbraio 2009

Una ninna nanna per Viki

Era notte, la luna era alta e al Cavaliere tornò in mente Viki, la sua cavalla. Erano ormai anni che aveva fatto il grande salto, proprio lei che non voleva saltare mai!
Angelo si guardava intorno pronto a difendere il suo amico.
Il Cavaliere era un benedetto romantico e iniziò a cantare una canzone di Renato Rascel, chissà dove l’aveva sentita, era una ninna nanna «Lungo i pascoli del ciel cavallina va tutto d'oro è il tuo mantel nell'azzurrità. Vecchia luna di lassù mostragli il cammin. Stelle d'oro fate il coro per le vie del ciel - arrivata su una nuvoletta rosa la cavallina si addormentò e allora la luna cantò - Vecchie stelle di quassù non cantate più dormi dormi sogni d'oro buona notte a te, Viki».
Un lupo ululò nella notte. Il Cavaliere si infilò nel sacco a pelo, Angelo si accucciò vicino a lui. Quella notte sognò il Ranch di Etta, laggiù nella Valle Perduta, oltre, molto oltre i monti innevati.

Nessun commento: