martedì 17 febbraio 2009

Mi sono perso nel futuro con Keith Moon

Keith Moon suonava la batteria con gli Who, ora lo potete trovare seduto al bar di Marta. Keith non è invecchiato, non si droga più, beve solo una birra al giorno. Dalla tasca sinistra di una vecchia giacca da marinaio, che indossa sopra una Tshirt bianca, sono sempre visibili cinque bacchette da batteria di misure diverse. «Cosa fai qui Keith?» gli ho chiesto un giorno «Aspetto Mitch, è arrivato da circa due mesi ed è un po’ spaesato. Gli ho prestato una delle mie batterie, sai ne ho dieci. In realtà ad una ho scassato la gran cassa scaraventandola giù dal palco e quindi adesso devo stare attento a non spaccarne altre. L’impresario non ha un buon carattere, gli piacciono i nostri eccessi, ma non ama la violenza» mi ha risposto e poi ha proseguito «sai è già da un po’ di anni che suono con Jimi Hendrix, la prima volta che ho suonato con lui mi sono emozionato. Anche l’impresario è rimasto molto colpito» «e chi suona con voi?» «Sid Vicius è al basso. Non mi guardare così, lo so era un pessimo bassista, ma ha imparato la lezione. Tutti qui abbiamo fatto qualche passo avanti. Sid suona molto bene, il suono del suo strumento è molto pulito. Sai quando sei nel futuro hai molto tempo, tutto il tempo che vuoi. Che sballo!» «Dai continua racconta» gli dissi prendendo una sedia e accomodandomi all’altro capo del tavolino, subito un tizio mi portò un boccale di birra senza che avessi chiesto nulla, era proprio la birra che desideravo, bella fresca, perfetta. «Allora dai» dissi e Keith proseguì «Un giorno mentre noi tre stavamo suonando. Veramente volevamo comporre un brano sull’Apocalisse. Era un tema che ci piaceva. Ci piaceva così tanto che Sid si era fatto un po’ prendere e Jimi con la sua voce calma gli stava spiegando che non doveva esagerare con i suoi benedetti strilli. Proprio nel momento in cui Sid aveva deciso di concentrare la sua attenzione sullo strumento, è arrivato Alan Wilson che si è messo a suonare l’armonica e a cantare con quella sua voce cantilenante. In pochi attimi l’Apocalisse era compiuta. Dai vieni con me che ti faccio sentire l’incisione su al Palazzo» «E Mitch?» «Non ti preoccupare lascio detto qui al barman di dirgli di raggiungerci. Mitch è un bravo ragazzo, ma perde sempre la strada e quando ti perdi qui non sai mai in che futuro sei. Non ti preoccupare arriverà, la guglia del Palazzo si vede da tutte le parti e il bar di Marta è vicino. Dai andiamo» Uscimmo e ci perdemmo anche noi nel futuro.



John "Mitch" Mitchell batterista inglese, noto soprattutto per aver fatto parte del trio Jimi Hendrix Experience.
Sid Vicius bassista inglese, membro della band punk dei Sex Pistols.
Alan Wilson Chitarrista dei Canned Head

Nessun commento: