martedì 3 febbraio 2009

Leggere con lei

Se tutti leggessimo una pagina di un buon libro, ogni giorno, forse potremmo imparare a rispettarci e se leggessimo ancora di più, forse potremmo imparare ad amarci. Guardando questa foto mi sento molto vicino a questa lettrice così lontana da me. Vorrei sedermi al suo fianco, inforcare i miei occhiali e leggere in sua compagnia, così in silenzio.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

vorrei anch'io non dover leggere sempre di farraginose e complicate questioni che attengono al mio mestiere, ma nutrire il mio spirito con ben altre parole....ma devo fare i conti con la realtà, caro ludovico. ma meno male che le anime non vivono tutte su piani "bassi": alcune fremono a velocità più elevata (come la tua, probabilmente)

Anonimo ha detto...

Vorrei anch'io non dover leggere sempre di farraginose e complicate questioni pertinenti il mio mestiere, e nutrire il mio spirito di ben altre parole. ma questa è la mia realtà....

meno male che ci sono anime che fremono a velocità più alta (come probabilmente è la tua, caro Lodovico)

Anonimo ha detto...

RINGRAZIA DA PARTE MIA AQIVA. MAI COMMENTO FU PIU' BELLO ED APPROPRIATO.

Anonimo ha detto...

vedo che i miei commenti non ti interessano un ganchè.....

Lodovico Valentini Perugia ha detto...

I commenti mi interessano molto è che ho aperto solo ora (12.30 di govedì 5) il blog. Grazie a tutti.