venerdì 20 febbraio 2009

L'armonia di Jaco

Il bar di Marta si trova proprio di fronte al Palazzo. Le vetrine del locale si aprono verso la grande piazza circolare, proprio dalla parte opposta c’è l’ingresso del Palazzo. Al centro della grande piazza si trova quello che viene chiamato “il pozzo”, in realtà è come un grande vetro circolare. Queste immense essenze circolari sono sospese un po’ ovunque nel futuro, ma quella della Piazza del Palazzo è la più grande. Attraverso questi “pozzi” è possibile vedere quello che succede nel Mondo. Keith disse «pochi guardano attraverso i “pozzi” perché è molto doloroso, vedi i tuoi cari, i tuoi amici, le persone che hai conosciuto, anche quelle che hai dimenticato. Spesso si vedono dei viaggiatori nel futuro aggrappati a quei vetri che piangono. Sono il nostro muro del pianto. Il futuro è un viaggio che ti allontana da tutto ciò che è a te più caro. E’ come stare in un magnifico treno, splendidamente arredato e illuminato, che viaggia in un tunnel buio, dove nessuno sa se dall’altra parte c’è un’uscita. Una sola certezza, tutto quello che avevi prima è perso per sempre». Girammo intorno al grande vetro ed io cercai di evitare di guardarlo, anche se il mio sguardo era attratto da una forza irresistibile. Voltai di scatto la mia testa e vidi arrivare Jaco, aveva il suo consunto basso fretless, a tracolla e stava suonando assorto. Non si sentivano note, ma l’aria era completamente avvolta da un’armonia vibrante e dimenticai “il pozzo” per rincorrere nel futuro quel suono inimitabile.


Jaco Pastorius, bassista dei Weather Report, uno dei più grandi bassisti del mondo.
Fretless, basso privo di ponticelli.

1 commento:

Jeanluc ha detto...

Indimenticabile Pastorius! L' uomo che ha stravolto il basso, da strumento d' accompagnamento a solista e non solo! Ciao a rileggersi