venerdì 16 gennaio 2009

Immagini con cui parlare sottovoce

“Dedicato alla gente della mia seconda terra”, così ha voluto introdurre il suo libro Mario Cucchi. Migliore inizio non poteva esserci, infatti, il Messico è entrato nella pelle del mio amico e le immagini di “ViteSegnate” lo dimostrano ampiamente. L’arte di questo autore va oltre la fotografia e questo è ben spiegato nell’introduzione alla monografia di Carlo Angelo Tosi di cui riporto alcune righe: «L’immagine somiglia alla realtà e la realtà è più ricca di quella che si percepisce. E’ dalla somiglianza che Mario Cucchi inizia il suo lavoro, ma per lui è solo il punto di partenza su cui riflettere. Le immagini per lui diventano una serie infinita di incontri e storie che si sovrappongono e si incrociano, una sintesi di molti pensieri, punti di richiamo della sua consapevolezza. Immagini con cui parlare sottovoce».

Chi volesse maggiori informazioni su “ViteSegnate” o acquistare la monografia può inviare una mail al seguente indirizzo: info@lafonderia.com

1 commento:

Anonimo ha detto...

OSEREI DIRE CHE MARIO SI TRASFORMA QUASI IN UN UMANISTA RINASCIMENTALE NEL RITRARRE I VOLTI E LE ESPRESSIONI DELLA GENTE. IL PREGIO DI QUESTE IMMAGINI LO VEDO LEGATO ALLA SPONTANIETA' DI UNA PERSONALE RIVOLTA EMOTIVA CONTRO L'OLTRAGGIO E LA VIOLENZA MORALE INFLITTI ALLA STRAZIANTE POVERTA' DELLA GENTE IMPRESSA, E L'ASSENZA DI QUALSIASI INTENTO SCANDALISTICO É PURA ARTE FINE A SE STESSA.
VERAMENTE COMPLIMENTI DA CHI IN MANIERA MOLTO DILETTANTISTICA AMA, IMMODESTAMENTE NOVELLO CARAVAGGIO, RITRARRE I VOLTI DEGLI ABITANTI, FORSE MENO FORTUNATI DI NOI MA SICURAMENTE PIU' SERENI, DEL NOSTRO PIANETA. PUR SEMPRE NELLA CONSAPEVOLEZZA DI CERCARE DI NARRARE DI RICCHEZZA E POVERTA', DI GIOIA E DI TRISTEZZA, DI DIGNITA' E DI DISPERAZIONE, DI CORAGGIO E DI TENACIA DELLE PERSONE INQUADRATE DALL' OCCHIO MAGICO COLLEGATO DIRETTAMENTE AL CUORE; PERCHÉ RITENGO CHE É DA LI CHE NASCE LA FOTOGRAFIAVERO E PURO SENTIMENTO.
LINO' 58 DAL MONTE