sabato 31 gennaio 2009

I'm sinking' down

C'erano delle cose che il cavaliere non poteva confidare nemmeno a se stesso. Nel silenzio della notte ascoltò la sua voce interiore e i suoi cani si agitarono. Poi tornò tutto tranquillo e il cavaliere si ricordò di un uomo saggio al di là della saggezza del suo sapere, poiché sapeva esattamente cosa non sapeva. Lui semplicemente non voleva sapere, si raggomitolò nel sacco a pelo costringendo Angelo a spostarsi. Il cane si alzò, si allontanò di qualche passo e poi tornò ad accucciarsi di fianco al suo compagno. La neve tornò a cadere, il cavaliere prese la coperta che aveva sotto la testa e coprì completamente se stesso e il suo amico. Finalmente si addormentò cantando «You can run, you can run, Tell my friend, boy, Willie Brown. Run, you can run. Tell my friend, boy, Willie Brown. And I’m standin’ at the crossroad. Believe I’m sinkin’ down».

Nessun commento: